Iran: Di Lello (PSI), contenti per liberazione Sakineh, ora si pensi a tutte le altre Sakineh del Mondo.


sakineh“Era il 2010 quando lanciammo la campagna ‘un adesivo per Sakineh’, realizzando un piccolo autoadesivo contenente la foto della donna, all’epoca destinata ad una morte certa, e distribuendolo a chiunque ne facesse richiesta. Un modo per restare ‘incollati’ ad un grave problema di diritti umani violati” lo ha dichiarato Marco Di Lello Presidente dei deputati socialisti

“Oggi apprendiamo con grande gioia del provvedimento di clemenza per ‘buona condotta’ che ha raggiunto Sakineh ponendo fine ad una ingiustizia insopportabile e restituisce la donna alla propria famiglia” continua Di Lello

“Non dobbiamo però dimenticare che Sakineh non è un caso isolato e dunque questo positivo risultato non deve spingerci a spegnere i riflettori ma piuttosto a puntarli sui numerosi altri casi di violazione di diritti umani per motivazioni politico/religiose. Ashtag #liberetuttelesakineh” conclude Di Lello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...