DI LELLO (PSI). DOPO UN ANNO DALLA MORTE DEL TUNISINO, RINVIATI A GIUDIZIO 3 MILITARI


Foto marco_di_lello_QUADRATA“I 3 militari che parteciparono il 5 giugno del 2013 all’arresto del tunisino Bohli Kayes, sono stati rinviati a giudizio e l’udienza preliminare è fissata per il 28 novembre prossimo. Nel frattempo i militari sono stati trasferiti ad altri reparti” – così Marco Di Lello, presidente dei deputati socialisti, commenta la risposta che il Ministro Pinotti ha fatto pervenire a una sua interrogazione dell’agosto 2013 – “L’ interrogazione venne presentata allo scopo di fare chiarezza sulla morte del tunisino durante la fase di arresto e accompagnamento alla stazione di polizia. A distanza di più di un anno la risposta del ministro Pinotti lascia l’amaro in bocca. Troppi i casi in Italia di violenza e morte all’interno delle caserme, luoghi in cui l’integrità fisica e psicologica dell’arrestato dovrebbero essere a tutela dello stato. Ai più noti Cucchi, Uva, Aldrovandi si aggiunge anche quello di Kayes, tutti casi in cui è necessario usare il pugno di ferro nei confronti dei militari responsabili. Ci auguriamo” – conclude Di Lello – “che i 3 militari, qualora risultassero colpevoli, vengano immediatamente licenziati, si proceda a un risarcimento alla famiglia della vittima e che vengano poste in essere tutte le misure necessarie per evitare che questi casi si ripetano.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...