DI LELLO (PSI). IMMIGRAZIONE: INTERVENIRE SULLE CAUSE. SPENDERE OGGI IN COOPERAZIONE PER RISPARMIARE DOMANI SU EMERGENZE


Onorevole Marco Di Lello segretario commissione bicamerale antimafia

Marco Di Lello Presidente dei deputati socialisti

“Occorre ripensare le strategie, non solo di accoglienza, ma sul come affrontare le cause, le origini delle migrazioni. Nessun Paese può essere lasciato solo, sia esso destino o base di emigrazione. Intervenire sull’accoglienza e prima ancora sulle cause delle migrazioni è compito arduo e ambizioso, che necessita di sforzi inevitabilmente sovranazionali.” – cosi Marco Di Lello, presidente dei deputati socialisti e vice presidente della commissione immigrazione dell’Internazionale Socialista che si è riunita ieri e oggi a Catania, durante il suo intervento conclusivo – “Va sancito il diritto alla mobilità, alla dignità, alla ricerca di una vita migliore. Occorre imporre il rispetto delle diversità etniche, religiose, razziali, sessuali e riconoscere senza eccezioni il dovere di accogliere chi scappa da guerre, carestie e persecuzioni. Deve dunque” – continua Di Lello – ” essere patrimonio comune il sostegno ai governi e alle forze democratiche che combattono ogni fondamentalismo. Lo strumento degli interventi di PEACEKEEPING è dunque utile anche per incidere sulle cause delle migrazioni. Così come la cooperazione internazionale, realizzando infrastrutture, scuole, ospedali e sostenendo insediamenti produttivi è senza dubbio il miglior investimento che i Paesi più ricchi possono fare, sul piano sociale, culturale, di sicurezza ma anche economico. Ogni risorsa spesa per la cooperazione è una risorsa risparmiata per l’accoglienza. Favorire l’istruzione e l’educazione è infine il modo migliore nel medio e lungo periodo, per far crescere i Paesi meno ricchi. Sono solo poche riflessioni che volevo condividere con voi” – conclude il deputato socialista – “nella consapevolezza che insieme, tutti noi forze di governo o di opposizione nei nostri Paesi, possiamo cambiare e migliorare le politiche nazionali, disegnarle in un quadro internazionale, rendere più umane e dignitose le migrazioni, aiutare a crescere i Paesi meno sviluppati, rendere il nostro mondo meno diseguale e più giusto. Che era, ed è, l’obiettivo dei socialisti di tutto il mondo.”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...