Legge di stabilità 2015, voto di fiducia: intervento di Marco Di Lello


 

Signora Presidente, signor Viceministro, onorevoli colleghi, noi socialisti apprezziamo l’ambizione su cui si fonda la manovra, il disegno di legge di stabilità su cui il Governo oggi ha chiesto il voto di fiducia.
Lo scorso anno da questi stessi scranni sottolineammo come l’obiettivo dello zero a zero – parlo del rapporto tra crescita o decrescita e il PIL – fosse un obiettivo troppo basso. E, infatti, per fare zero a zero abbiamo finito con il perdere zero a due o forse anche zero a tre, nonostante i 100 mila nuovi occupati delle ultime settimane che ci lasciano ben sperare.
Quest’anno il Governo e questa maggioranza hanno deciso di giocare in attacco. Ne siamo felici. Più di una proposta ha lo stampo socialista. A Renzi consegnammo le nostre proposte, in sede di formazione del Governo, chiedendogli una particolare attenzione per giovani e precari, con le tutele che, per la prima volta, sono riconosciute a quegli oltre 3 milioni di giovani lavoratrici e lavoratori che un contratto a tempo indeterminato non lo hanno mai visto e con i 3 miliardi per gli incentivi a favore dei nuovi assunti contenuti nel disegno di legge di stabilità, che sono sicuramente un primo segnale importante da noi auspicato.

E noi proponemmo, in quella sede, ancora un abbattimento dell’IRAP e del cuneo fiscale. I 6 miliardi e mezzo previsti nel disegno di legge di stabilità vanno in questa direzione, come da noi auspicato, e caricano di responsabilità il mondo delle imprese, che dunque perde alibi.
In quella sede proponemmo al Presidente Renzi anche una copertura finanziaria, una in particolare: l’aumento del PREU, il prelievo erariale unico sul gioco d’azzardo. Un volume di oltre 80 miliardi, con ricavi per meno del 10 per cento per l’erario italiano e costi enormi in termini sociali e sanitari. Pensiamo a quello che costa la lotta alla ludopatia a quasi un milione di italiani, che possono essere considerati malati di gioco. Era, dunque, una stortura che iniziamo a correggere con questa manovra ed è una vittoria contro la potente lobby dei giochi d’azzardo, che pure tanti paladini conta anche in questo Parlamento.
Continuiamo ancora a investire nell’edilizia verde, sostenendo un comparto che più di altri ha pagato la crisi economica – penso al settore dell’edilizia – incentivando il risparmio energetico. Così aiutiamo l’ambiente e alleviamo i costi di approvvigionamento delle energie che ancora troppo incidono sulla nostra bilancia dei pagamenti.
Investiamo ancora un miliardo per il primo blocco di assunzioni nella scuola pubblica, regalando così un sogno vero a quelle decine di migliaia di precari che in questi anni hanno portato avanti la nostra scuola pubblica con una paga indegna di un Paese civile, dimostrando così concretamente la centralità della scuola pubblica, per troppi lunghi anni massacrata da pseudo riforme che avevano il solo obiettivo di tagliare le risorse al comparto. Conserviamo infine – e mi avvio a concludere – rendendolo strutturale il bonus di 80 euro per quasi dieci milioni di italiani, incentivando così i consumi e sostenendo le famiglie meno abbienti. Infine, il riconoscimento attraverso l’abolizione dello split payment per le partite IVA, contenuto in un emendamento socialista accolto in Commissione, sollevando così i professionisti da un inutile appesantimento fiscale, è un’altra novità positiva di questo testo. Troviamo dunque – e concludo – molti buoni motivi per confermare la fiducia al Governo e, in tal senso, confermo il
voto favorevole dei deputati e della deputata socialista

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...