Legge su Ecoreati: intervento di Marco Di Lello

Marco Di Lello su Legge su Ecoreati

Signor Presidente, io ho ascoltato e ho aspettato che si arrivasse a questo punto per intervenire, per dire che davvero anche noi Socialisti consideriamo un errore questo cambiamento di parere del Ministro, sotto molti, forse troppi, punti di vista. Intanto – lo dico al Ministro e alle forze di maggioranza – c’era un accordo in maggioranza e non solo perché non si modificasse il testo e oggi a questo accordo si viene unilateralmente meno. Questo non va bene. Devo dire che mi dispiace – mi dispiace anche per il Ministro – cui va la nostra amicizia, che si rompa l’accordo proprio su questo punto. Infatti, ci sarebbe da discutere: io avrei voluto ragionare su quel «abusivamente» introdotto al Senato, ad esempio; avrei ragionato su come renderla più stringente questa proposta di legge. Ma, avendo condiviso tutti la necessità di dotare il nostro Paese di una normativa specifica sul punto, si è scelta una strada, e oggi c’è un cambiamento di opinione repentino, francamente, per quanto ci riguarda, ingiustificato. Si elimina una norma che, invece, affronta una questione vera e, accogliendo l’emendamento, questa questione vera resterebbe,
comunque, non normata, con tutto quello che ne può derivare. Si offre l’impressione, inoltre, di rispondere a chissà quali interessi estranei a quest’Aula e si finisce con il bloccare un testo che, invece, era ed è in dirittura finale, con almeno vent’anni di ritardo. Un testo che, appunto, mi pare essere larghissimamente condiviso dentro e fuori quest’Aula, almeno ufficialmente.
Perciò, davvero, sono io a fare appello al Ministro e al relatore perché si cambi nuovamente il parere. D’altra parte, il Governo ha uno strumento per intervenire rapidamente, che ci dà molta più fiducia rispetto a una rapida approvazione da parte del Senato, perché conosciamo la composizione e le difficoltà dell’altra Camera. Vi è un decreto-legge: il Governo può intervenire subito dopo, emendando nella parte che ritiene, assumendosene la responsabilità. Credo che questo sia l’unico modo per togliere alibi a quanti, e temo non siano pochi, dentro e ancor più fuori da quest’Aula, sperano che, in realtà, questo provvedimento non venga mai approvato

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...