CONTROLLI AL BRENNERO. DI LELLO E DI GIOIA (PD): L’EUROPA NON PUO’ ESSERE MESSA IN DISCUSSIONE AD OGNI CRISI DI NERVI


brennero, marco di lello, shengen, europa“La decisione austriaca sui controlli di frontiera al Brennero è un grave errore, che va ben oltre la questione dei flussi di profughi: non c’è infatti proporzione tra un eventuale, annunciata emergenza migranti e il danno che la chiusura del Brennero comporta all’idea stessa della libera circolazione europea. Lo spazio comune europeo non può essere messo in discussione ad ogni crisi di nervi. La gestione dei profughi è perfettamente alla portata di politiche comuni europee coordinate e razionali, anche con nuove misure rivolte ai Paesi del sud del Mediterraneo, quali il nuovo Migration Compact, ed i socialdemocratici tedeschi ne sono egualmente convinti.” –  così i due deputati socialdem Marco Di Lello e Lello di Gioia – “Si può solo aggiungere, con la dovuta franchezza, che la posizione austriaca giunge anche in un momento in cui non sono piu’ giustificati sospetti sull’affidabilità dell’ l’Italia nel controllo delle frontiere esterne della UE: non sono più i tempi del ministro leghista Maroni, i tempi delle furbate nel lasciar filtrare alla chetichella verso gli altri paesi europei i migranti giunti in Italia. Oggi l’Italia fa la sua parte pienamente, e non c’è bisogno di fughe in avanti unilaterali, nè da parte di Vienna nè di altri paesi europei” concludono Di Lello e Di Gioia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...